Cosa devi sapere - Elektromotika

Sicurezza, Informatica, Domotica, Elettronica e Telecomunicazioni
visita i nostri social:
Title
Vai ai contenuti
Spesso ci troviamo ad ascoltare notizie sgradevoli al telegiornale, in cui malviventi e ladri si son introdotte all’interno della casa, villa, abitazione o quant’altro, dello sfortunato di turno, facendo danni purtroppo anche alle persone. Quindi per la propria incolumità sarebbe meglio dotarsi di sistemi di sicurezza sia essa attiva o passiva, o meglio ancora se abbinate.

Cosa intendiamo per sistemi di sicurezza?
Nello specifico tutto ciò che può limitare, provocare la fuga e proteggerci dall’intrusione di malviventi all’interno della nostra abitazione. Ne esistono di attivi, come gli allarmi antifurto e tutta la tecnologia che vi ruota intorno, di passivi come le grate e porte e finestre blindate.
Sicurezza passiva
Un altro sistema di sicurezza per la casa molto efficace in quanto antintrusione come barriera “fisica” è la dotazione di grate e cancelli antifurto alle finestre e porte a vetri, costituite da maglie di tondini in acciaio con un’anima antiscasso, fissati tra loro e saldamente alla muratura dall’esterno tramite tasselli a muro e chimici. Questo agevolerà  la protezione dell’ambiente domestico nelle zone non dotate di persiane situazioni spesso presenti ai piani terra, e nelle zone giorno.

Inoltre il consiglio è quello di installare sempre e prediligere portoni per garage, porte e infissi “blindati antiefrazione” in quanto molto più sicuri. Diciamo che ad alti livelli di protezione questi elementi riescono a proteggerci in toto dalle aggressioni esterne in quanto sono anche antiproiettile. Può aiutare anche l’installazione di più punti luce all’esterno dell’abitazione, che nel momento utile illumino a giorno la casa, il giardino o le zone attigue, inducendo i malviventi alla fuga per non essere visti.
Sicurezza attiva
Per legge non possiamo corredare il nostro giardino di pungenti fili spinati dotati di corrente elettrica ad alta tensione - purtroppo! anche se a volte con quello che si sente, la tentazione è grande - ma possiamo altresì dotarci di sistemi di videosorveglianza altrettanto efficaci, dotati di telecamera esterna con collegamento a internet, tramite la quale dal nostro pc o cellulare con accesso alla rete web possiamo osservare l’area in qualsiasi posto noi siamo, sia da dentro casa, che da fuori l’abitazione, che dalla casa delle vacanze per un mero controllo.


Inoltre, un sistema di allarme interno correda l’aiuto visivo della “ipcam” installata fuori. Un sistema di allarme antifurto interno all’abitazione è costituito da più elementi:
•   Centralina: è l’elemento fondamentale, il cervello della “struttura”. Permette di rilevare immagini e dati e li gestisce come informazioni. Gestisce segnali in ingresso e in uscita, tramite telecamere e sensori.

•    Sensori: sono gli occhi dell’impianto, cioè quelli che permettono alla centralina di rilevare le immagini e i dati.

•    Dispositivi di comando: permettono di attivare o disattivare la protezione, sono telecomandi, radiocomandi, chiavi o tastiere.

In commercio esistono varie tipologie di sistemi di antifurto, con fili, senza fili, a onde radio, collegati all’impianto elettrico, oppure misti. Questa scelta dovrà farla il tecnico installatore per voi, a seconda di cosa vi serva e cosa dobbiate installare considerando la tipologia di ambiente domestico, casa appartamento o altro, e la locazione sul territorio.


Inoltre abbiamo la possibilità di scegliere tra due modalità di protezione:
•   Perimetrale: in questo caso la protezione avviene solo per l’esterno della casa ed entra in funzione solo nella situazione in cui malviventi aprano porte o infissi. Nel momento in cui si riesca ad aprire una finestra, scatta automaticamente la sirena.

•    Volumetrico: qui invece vengono installati speciali sensori in diversi  punti ritenuti opportuni all’interno della casa, in grado di rilevare la presenza di una persona, un movimento o anche solo una temperatura corporea, attivando la sirena o se provvisti anche il collegamento con le forze dell’ordine che verranno avvisate e interverranno in automatico.

Generalmente si cerca di interpolare le due tipologie di protezione in quanto associate garantiscono  una maggiore sicurezza alle persone e all’ambiente
@2019 copyright by Elektromotika    P.iva 15146991003  
Torna ai contenuti